LA FATTURA ELETTRONICA È REALTÀ

fattura-elettronicaLa Fattura Elettronica equivale alla fattura cartacea, ed è caratterizzata dall’invio tramite mezzo elettronico, escludendo a monte l’emissione cartacea del documento. Presenta lo stesso valore legale della fattura cartacea ma, con nuove caratteristiche di sicurezza, mira ad una semplificazione delle procedure amministrative in un’ottica di trasparenza, monitoraggio e di rendicontazione delle spese aziendali.

Una Fattura Elettronica per essere considerata come documento originale valido richiede l’implementazione di un processo che tenga conto di tre requisiti fondamentali:

  • Formato della fattura: è necessario un formato elettronico di fattura più o meno complesso.
  • Trasmissione elettronica: è necessario che venga realizzata una trasmissione telematica tramite due sistemi informativi che interagiscano tra loro.
  • Integrità e autenticità: questo formato elettronico e la relativa trasmissione telematica devono mantenere il documento inalterabile. Per garantire l’integrità delle informazioni contenute e l’autenticità dell’emittente è necessario apporre un riferimento temporale e una firma elettronica certificata.

Per riferimento temporale si intende quell’informazione associata ai documenti elettronici che ne attesta data e ora di creazione. Per lotti di documenti viene assegnato lo stesso riferimento temporale. La firma elettronica certificata è, invece, costituita da un insieme di dati associati tra loro, che garantisce la paternità unica di chi ha redatto la fattura elettronica. Una fattura così costituita ha pieno valore legale come una fattura cartacea.

FATTURA ELETTRONICA VERSO LA P.A

La Fattura Elettronica verso la Pubblica Amministrazione è la sola tipologia di fatturazione accettata dalle amministrazioni statali. Tale modalità, entrata in vigore il 6 giugno 2014, è obbligatoria per tutti gli enti pubblici dal 31 marzo 2015.

Ad oggi dunque i fornitori – siano imprese o lavoratori autonomi – devono emettere, trasmettere ovvero conservare elettronicamente (la conservazione elettronica va effettuata da quei fornitori che procedono alla conservazione elettronica delle fatture) le fatture destinate alla P.A. La trasmissione delle fatture elettroniche, anche attraverso intermediari, deve avvenire mediante l’utilizzo del Sistema di interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle Entrate per il tramite di Sogei

Come funziona la Fattura Elettronica verso la P.A.

La trasmissione dei dati avviene nel formato stabilito dal Regolamento, secondo quanto espressamente disposto dall’art. 1, comma 210 della Legge n. 244/2007, attraverso il Sistema di Interscambio della P.A. (SdI). L’Sdi, istituito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è in grado di acquisire le fatture elettroniche da tutti i fornitori e smistarle per via telematica agli uffici destinatari allocati nell’ambito delle amministrazioni.

Il ruolo di ALIQUID è proprio quello di intermediario, che invia o riceve per conto dell’Operatore economico (azienda fornitrice P.A.) e dell’Amministrazione pubblica la fattura elettronica nel formato previsto della FatturaPA.

Per il controllo del processo da parte dell’azienda cliente ALIQUID fornisce un Pannello di Controllo via web che permette di monitorare la trasmissione dei flussi e dove vengono registrate le notifiche di ritorno dall’SdI.

Il servizio offerto prevede inoltre:

– il controllo dell’anagrafica IPA (Indice Pubblica Amministrazione)

– la gestione delle notifiche di ritorno dall’Sdi

– l’eventuale Conservazione a Norma dei documenti (link servizio)

 

Fatturazione elettronica tra imprese private (EDI)

La Fatturazione Elettronica, oltre che verso la P.A. è possibile anche tra imprese private tramite il sistema EDI.

L’EDI (Electronic Data Interchange) è una modalità di scambio di dati tra sistemi informativi attraverso un canale dedicato ed in un formato definito.

La distribuzione in modalità EDI presenta un modulo software (chiamato EDI Converter) che trasforma i dati provenienti da un’applicazione interna dell’azienda mittente in un messaggio dal formato standardizzato (es. xml), in modo che possa essere inviato all’azienda destinataria.

 

Vantaggi

– Aumento dell’efficienza nei processi burocratici, grazie alle riduzione dei tempi di emissione, consegna e consultazione delle fatture.

– Riduzione dei costi di emissione, invio e archiviazione delle fatture sia da parte dell’emittente che del destinatario.

– Eliminazione dei costi di carta, inchiostro, stampanti, bolli postali, consentendo l’ottimizzazione delle risorse interne.

– Riduzione dei tempi di consegna ed incasso delle fatture.

– L’eliminazione di errori nella generazione e contabilizzazione delle fatture e l’immediatezza dei processi di emissione e ricezione contribuiscono a ridurre i tempi di incasso.

– Aumento della sicurezza.

– Automazione del processo.

– Archiviazione agile, sicura e a norma di legge.